La Mia Calabria
di Claudio Marano

LA MIA CALABRIA

La Fine dell' Impero Romano d' Occidente

Ad Alarico seguirono i vandali di Genserico, che, dopo aver conquistato la Sicilia e la Calabria, misero anch’essi a sacco Roma e nel 476 d.C. anche l’ultimo imperatore romano d’occidente, Romolo Augusto, fu cacciato dal trono da Odoacre re degli Eruli. Finiva così l’ impero romano d’ occidente e, per mano di Teodorico, re degli Ostrogoti che si sbarazzò di Odoacre, si instaurò il regno Gotico (493 d.C.).

Morendo però Teodorico, il regno gotico si spaccò in due e di ciò ne approfittò Giustiniano che voleva restaurare l’impero romano. Occupando infatti la Sicilia, prese la penisola fino a Roma (552 d.C.) e sconfiggendo Teia, l’ultimo re goto, poneva termine alla guerra gotica-bizantina.

I secoli che seguirono, in cui la Calabria fece parte dell’ impero bizantino, disegneranno i nuovi caratteri socio-culturali ed economici della Calabria.

Nei cinque secoli di dominazione che ne seguirono, dal VI all’XI sec., vi furono infatti rilevanti fatti d’armi dall’inizio alla fine e gli stessi furono contraddistinti da una lunga pace e fu proprio in questo periodo che la Calabria ricevette una forte impronta dal mondo ellenico, impronta che neanche le mitiche colonie della Magna Grecia avevano saputo dare in maniera così marcata.